5 consigli per scegliere il giusto CBD

Quindi eccoti qui. Dopo aver ascoltato tutti i tipi di messaggi promettenti sull'effetto curativo del CBD, hai deciso di fare il salto e ora stai affrontando uno scaffale pieno di prodotti CBD. Cosa devi scegliere? Quanto ti serve davvero? Questo articolo contiene le risposte, oltre a cinque suggerimenti essenziali che ti aiuteranno a leggere l'etichetta.

CBD ha uno dei mercati in più rapida crescita al mondo. Sempre più persone scoprono le proprietà curative di questa parte della pianta di cannabis.

Questo è il motivo per cui il CBD viene prodotto, promosso e utilizzato in tutti i tipi di forme su scala sempre crescente. E L'olio di CBD non è stato l'unico prodotto disponibile per i consumatori per qualche tempo. Sempre più Fornitori vengono con nuovi tipi di oli, capsule, tinture, spray, prodotti per la cura personale e altre forme di CBD. Quando la natura chiama troviamo e selezioniamo i migliori fornitori attraverso rigorosi standard di qualità.

Tutti i prodotti CBD hanno un'etichetta informativa per aiutare le persone a scegliere il prodotto giusto per le loro esigenze specifiche. Tuttavia, molti consumatori CBD trovano queste etichette spesso confuse (e talvolta fuorvianti) difficili da decifrare. È particolarmente difficile scoprire quale dovrebbe essere l'assunzione di CBD.

 

Di quanto CBD hai bisogno?

Iniziamo con una delle domande più urgenti: quanto CBD hai bisogno? CBD può essere venduto come integratore alimentare nei Paesi Bassi. Tuttavia, l'etichetta non dovrebbe includere indicazioni sulla salute e consigli. Questo non lo rende più facile.
D'altra parte, questa informazione non è necessariamente necessaria. Non esiste una regola uniforme per il dosaggio del CBD. La regola generale è di iniziare con una dose bassa e quindi aumentarla in modo uniforme fino a quando non si verifica il risultato desiderato.
È importante prendere in considerazione alcuni fattori qui. Prima di tutto, la gravità della condizione gioca un ruolo importante.
Altri fattori sono il peso corporeo e gli elementi personali; ogni essere umano è diverso. Quindi cerca di capire cosa funziona per te. Inizia con una o due gocce due o tre volte al giorno e aumenta con una goccia per momento di assunzione dopo alcuni giorni.
A proposito, non preoccuparti di prendere una dose troppo alta. Il sovradosaggio non è possibile.
Il dosaggio non è l'unica cosa da guardare quando si acquista un prodotto CBD. Assicurati inoltre di trovare e leggere le seguenti informazioni sull'etichetta :

Contenuto di THC

Le etichette dei prodotti CBD non solo forniscono informazioni sulla quantità di cannabidiolo per porzione, ma anche se il prodotto contiene THC.
Nei Paesi Bassi, il contenuto di THC non deve superare lo 0,05%, mentre nel resto del mondo è dello 0,2%. Questa è una quantità trascurabile di THC che non noterai. L'etichetta del prodotto non deve contenere informazioni sulla presenza di THC se la concentrazione è inferiore allo 0,05%. Se lo è, è ben preso e dice qualcosa sull'onestà del fornitore.

Pianta intera o isolata

Controllare l'etichetta per determinare se il produttore ha utilizzato l'intero impianto (indicato anche come spettro completo o spettro completo) o isolati di CBD.
Anche se gli isolati CBD stanno diventando sempre più popolari, è saggio optare per un prodotto CBD con principi attivi a spettro completo. Ciò significa che il prodotto contiene non solo cannabidiolo, ma anche costituenti come terpeni (molecole aromatiche presenti in migliaia di specie vegetali e di alberi, tra cui la cannabis. In queste molecole sono immagazzinate le caratteristiche aromatiche di una pianta o di un albero), i flavonoidi (i flavonoidi sono pigmenti (coloranti) e sono quindi in molti casi responsabili dei colori vivaci. I flavonoidi si trovano principalmente in erbe, frutta, verdura, semi, noci e bevande vegetali come tè e vino) e altri cannabinoidi che danno un effetto terapeutico maggiore rispetto al SOLO CBD. Questo è anche chiamato l'effetto entourage.

Guarda altri ingredienti

Cannabidiolo è solo uno dei tanti cannabinoidi nella pianta di cannabis. Pertanto, è normale che un'etichetta di prodotto CBD contenga informazioni su altri cannabinoidi (escluso THC) e terpeni. Ma non è l'unica cosa.
Poiché il cannabidiolo ha un sapore di nocciola che non è apprezzato da tutti, i prodotti sono sempre più infusi di sapori e dolcificanti naturali che esaltano il gusto e l'aroma.

Consigli per lo stoccaggio

I produttori spesso raccomandano di conservare il prodotto CBD nel miglior modo possibile per evitare che perda forza e gusto per un certo periodo di tempo. Spesso è sufficiente uno stoccaggio scuro, asciutto e fresco. Controllare anche la data di scadenza.
Esaminare il produttore
Tutte le etichette di prodotti CBD portano il nome del produttore. Questo dà l'opportunità di indagare l'azienda e determinare se ha una buona reputazione.
Controllare il sito web della società e vedere se hanno i loro prodotti testati e annunciati gli standard di test. Attraverso il sito When Nature Calls puoi vedere il tuo numero di lotto del tuo olio da alcuni dei marchi che abbiamo nella nostra gamma e i risultati dei test del laboratorio e delle informazioni.
Inoltre, vedere se sono trasparenti circa l'origine della canapa o cannabis utilizzata e quale metodo di estrazione che usano.
Alcune aziende sono in grado di vendere i loro prodotti CBD a costi relativamente bassi perché utilizzano solventi a base di petrolio a buon mercato e tossici. Pensate propano, esano, pentaan e butano; sostanze che, se non filtrate correttamente dall'olio, possono essere dannose per il corpo.
Diversi altri produttori utilizzano alcool etilo farmaceutico per rimuovere il CBD dalla pianta e sbarazzarsi dei residui della pianta di canapa. Questo processo produce un alto contenuto di cannabinoidi ed è sicuro per il consumo. Il processo di estrazione supercritica di CO2 è un altro metodo sicuro per garantire prodotti CBD di alta qualità.